lunedì 30 maggio 2016

Frittata di carote


Oggi a Light and tasty si parla di frittate, sì, di un piatto piuttosto che di un ingrediente, almeno una volta al mese ci muoviamo così, non so se viene siete accorti.
La frittata l'abbiamo scelta perchè un piatto veloce, comodissimo da preparare ed è un piatto unico da riscattare!
Alle uova si può aggiungere di tutto, dai carboidrati (pane, pasta, riso) alle verdure ottenendo sempre ottime proposte.
In questo caso ho pensato alle carote, per il colore e per il gusto leggermente dolce, non lo avevo mai provato, ma è un'ottima alternativa... ve la consiglio!




Ingredienti per 4 persone

4 carote

5 uova

3 cucchiai di grana grattugiato

prezzemolo tritato

sale e pepe

olio evo




Mondare le carote e affrettarle a rondelle, cuocerle a vapore (con bimby mettere 1 litro di acqua nel boccale, mettere la verdura nel varoma e impostare 20 minuti vel1).

Sbattere le uova con il formaggio, sale, pepe e prezzemolo.

Aggiungere le carote e mescolare delicatamente, facendo attenzione a non rompere le carote.

Ungere una padella  con un poco di olio, versare il composto, cuocere afuoco basso con coperchio.

Servire subito.

Ecco altre proposte...

Frittata pomodorini e asparagi col Bimby  di Cinzia del blog Cinzia ai fornelli

Millefoglie di frittata alle erbe di Provenza con lamelle di verdura (vegan recipe)  di Consuelo del blog I biscotti della zia

Frittata senza uova con curcuma e piselli  di Daniela del blog Mani in pasta qb


Rotolo di frittata Bimby di Eva   del blog in cucina da Eva

giovedì 26 maggio 2016

Panini a ventaglio di semola farciti




Avevo visto la forma di questi panini dal un caro amico, Gianni, che aveva "copiato" da Carla Emilia, (amica storica), nell'ambito di un gioco sul web: il recipetionist; desideravo provarli!
Questo formato mi sembrava davvero curioso e nel prepararlo ho anche pensato di farcirlo in modo da risultare un'ottima merenda.
Volevo sottolineare che ho usato solo semola e sono risultati morbidi e davvero sfiziosi nel gusto!


Ingredienti per 6 panini
300g di semola rimacinata
2g di lievito secco
3 cucchiai di olio evo
150ml di acqua
1 cucchiaino raso di sale

nduja
olive
formaggio feta
olio evo





Impastare la farina con l'acqua, il lievito e il sale.

Quando l'impasto risulta ben incordato si unisce l'olio e si procede ancora per 5-10 minuti.

Lasciare riposare il luogo tiepido per un paio di ore fino al raddoppio dell'impasto.


Formare il panini: prima di tutto sgonfiare l'impasto e con un mattarello tirare la pasta abbastanza sottile, tagliare tanti rettangoli (circa 15cm x7cm).

Sovrapporre tre rettangoli dopo averli spennellati con un poco di olio evo, e averli farciti con formaggio a cubetti o olive tritate o i piccoli pezzetti di nduja

Piegarli a metà, come un ventaglio e inserirlo in una formina da muffins.

Lasciare lievitare ancora 1 ora.

Pennellare la superficie con olio evo. Cuocere in forno ben caldo 200°C per 20 minuti circa.

Con questa ricetta partecipo a Panissimo #41, ospitato questo mese da Consuelo e ideato da Sandra e Barbara

lunedì 23 maggio 2016

Insalata di farro con fave, carote e tonno



Ed oggi a Light and Tasty si parla di Fave!
Queste Leguminose prima molto consumate al Centro e al sud Italia, dove le troviamo come ingredienti in tanti piatti della tradizione, oggi sono invece presenti in tutta Italia e consigliate per l'elevato apporto di ferro, di proteine e anche di minerali e vitamine, per queste ultime sarebbe meglio consumarle da crude.
In ogni caso sono consigliate nelle diete ipocaloriche infatti 100g di prodotto producono solo 70kcal.
Ho pensato di inserirle in un'insalata di farro, un piatto unico, ideale anche per l'estate, visto che viene consumato freddo o a temperatura ambiente!


Ingredienti per 4 persone

250g di farro perlato
500g di fave
3  carote
80g di tonno sott'olio
sale
olio evo




Far bollire l'acqua circa 2 litri, al bollore aggiungere il farro, cuocerlo mescolando fino a cottura, (il mio è cotto in  circa 20 minuti oppure seguire le indicazioni della confezione). Scolare e raffreddare sotto acqua corrente.

Togliere le fave dal baccello, scottarle in acqua per circa 2 minuti, scolare e sbucciarle.

Pelare le carote e dopo averle lavate tagliarle a cubetti.

Scaldare due cucchiai di olio in padella, unire le carote e sdopo aver aggiustato di sale saltarle per qualche minuto.

Unire le fave sbucciate al farro, aggiungere le carote saltate, il tonno (dopo averlo scolato).

Condire con un cucchiaio di olio eco e sale, a piacere (io l'ho omesso).

ecco qualche idea......

Torta salata con fave e piselli di Carla Emilia del blog Un'arbanella di basilico  

Burger di ceci e fave di Consuelo del blog I biscotti di zia

Petto di pollo con fave e olive di Daniela del blog Mani in pasta qb  

domenica 22 maggio 2016

Cheesecake alle fragole e timo


...e per ultima proposta per l'MTC ecco la mia cheesecake con metodo a crudo!
Era la prima volta che preparavo una cheesecake senza cottura e avevo timore a cimentarmi, ma essendo convita che partecipare a questo gioco sia anche un modo per imparare a cucinare, era doveroso provarci!
Il mio timore era che non si reggesse, anche perchè non era mia intenzione abusare di gelatina, le preparazioni "gommose " proprio non mi aggradano.
Così mi sono letta e riletta le indicazioni di Annalù e Fabio, poi ho elaborato una mia lista di ingredienti, in cui il mascarpone risulta l'ingrediente principe, alleggerito da un ricotta e philadelphia (inserito per dare un tocco acidulo), quanto alle dosi di gelatina e panna mi sono rifatta ai maestri.
L'idea delle fragole al timo l'ho avuta dopo aver assaggiato una confettura di Moreno Cedroni che mi è stata regalata, così ho pensato di spalmarla sulla base di biscotti per arricchire di sapore e nello stesso tempo di decorare con timo fresco la superficie.
Grazie ragazzi, la consistenza è proprio come desideravo!



Ingredienti diam 20cm

per la base:
150g di biscotti Digestive
60g di burro
confettura di fragole al timo

per la crema:
50g di philadelfia
100g di ricotta
250g di mascarpone
10g di gelatina
50ml di panna calda
200g di panna montata
125 di zucchero a velo
1 bacca di vaniglia

300g di fragole
1 cucchiaio di zucchero semolato
1/2 limone (succo)
1/2 cucchiaino di agar agar

Frullare i bicotti al mixer, unire il burro buro e mescolare fino ad ottenere una specie di impasto, che verrà distribuito sulla base della tortiera diam 20 (base foderata con carta forno ed anello con pellicola per alimenti) e ben pressato con il dorso di un cucchiaio. Mettere in frigo per almeno 1 ora.
Spalmare sulla superficie la confettura di fragole al timo.

Mettere in ammollo la gelatina in una ciotola con acqua fredda.
Montare 200ml di panna e mettere in frigorifero.
Unire la ricotta, il formaggio e il mascarpone, montare con le fruste in modo da amalgamarli, aggiungere lo zucchero  a velo poco alla volta e aromatizzare con i semi di vaniglia (tagliare la bacca per il lungo ed asportare i semini con il dorso del coltello).
Scaldare al micronde 50ml di panna, unire la gelatina riidratata e ben strizzata, mescolare bene con un cucchiaino.
Unire la gelatina ai formaggi, mescolando in modo da formare un composto omogeneo, unire con un leccapentola la panna montata, muovendo dal basso verso l'alto per evitare di smontare.
Versare sulla base biscotti/marmellata.

Mettere in frigo per 1 notte

Il giorno successivo tagliare a cubetti regolari le fragole, condirle con zucchero semolato e attendere una trentina di minuti.
Scolare le fragole, misurare il succo in una brocca, allungare con un poco di acqua in modo da arrivare a 150ml.
Mettere i 150ml in un polsonetto, aggiungere l'agar agar, mescolare e mettere sul fuoco, far bollire 1-2 minuti (deve risultare limpidissimo).
Decorare con fragole a cubetti, ricoprire con la gelatina al succo di fragola, mentre la gelatina è calda aggiungere foglie di timo (non fate il contrario, cioè prima timo e poi gelatina, altrimenti vi spostano tutte le foglie ).
Rimettere in frigo per almeno un paio di ore.

Con questa ricetta partecipo alla 57esima sfida dell'MTC